» 
allemand anglais arabe bulgare chinois coréen croate danois espagnol estonien finnois français grec hébreu hindi hongrois islandais indonésien italien japonais letton lituanien malgache néerlandais norvégien persan polonais portugais roumain russe serbe slovaque slovène suédois tchèque thai turc vietnamien
allemand anglais arabe bulgare chinois coréen croate danois espagnol estonien finnois français grec hébreu hindi hongrois islandais indonésien italien japonais letton lituanien malgache néerlandais norvégien persan polonais portugais roumain russe serbe slovaque slovène suédois tchèque thai turc vietnamien

définition - Scrittura

voir la définition de Wikipedia

   Publicité ▼

synonymes - Scrittura

voir aussi

Scrittura (n.f.)

biblicamente, biblico

   Publicité ▼

locutions

-ABC (linguaggio scrittura musicale) • Asso di picche (scrittura) • Cinematico di scrittura • La scrittura invisibile - Autobiografia 1932-1940 • Museo svizzero della carta, della scrittura e della stampa • Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola • Origine della scrittura • Policarpo, ufficiale di scrittura • Scrittura (disambigua) • Scrittura Tangut • Scrittura Vinča • Scrittura a tastiera cieca • Scrittura automatica • Scrittura azteca • Scrittura bastarda • Scrittura beneventana • Scrittura bustrofedica • Scrittura carolina • Scrittura celtiberica • Scrittura chironomica • Scrittura collaborativa • Scrittura collettiva • Scrittura contabile • Scrittura corsiva • Scrittura corsiva romana • Scrittura creativa • Scrittura cuneiforme • Scrittura del Sud-Ovest • Scrittura gaelica • Scrittura gotica • Scrittura iberica nordorientale • Scrittura iberica sudorientale • Scrittura ieratica • Scrittura insulare • Scrittura maya • Scrittura merovingica • Scrittura notarile • Scrittura pittografica Dongba • Scrittura privata • Scrittura professionale • Scrittura shui • Scrittura sistematica • Scrittura speculare • Scrittura tecnica • Scrittura visigotica • Scuola di scrittura Omero • Sistema di scrittura artificiale • Svolazzo (scrittura)

dictionnaire analogique



(carattere; segno)[termes liés]

literature (en)[Domaine]

Text (en)[Domaine]

scrittura (n.)







scrittura (s. f.)





 

affilier (fr)[Classe]

rassembler des gens (fr)[Classe]

invitare[Classe]

recruter des personnes (fr)[Classe]

recrutement d'une personne (fr)[Classe]

enrôlement dans une armée (fr)[Classe]

enrôlement pour le service militaire (fr)[Classe]

soldat appelé dans un contingent (fr)[Classe]

(soldato; soldatessa), (militare; forze armate; forze (armate)*; forze (armate)), (grado)[Thème]

(servizio militare; servizio militare*), (fare il servizio militare; prestare servizio militare), (riservista; riserva)[Thème]

(esercito di mestiere; esercito; forze armate)[termes liés]

economy (en)[Domaine]

Registering (en)[Domaine]

military (en)[Domaine]

Ordering (en)[Domaine]

factotum (en)[Domaine]

TimeInterval (en)[Domaine]

iscrivere, registrare - mobilitazione - arrivo, compimento, completamento, conseguimento, ottenimento, raggiungimento, realizzazione, risultato, traguardo - militare, milite, soldato - arrivato, neofita, nuovo arrivato, starter - giro, lasso di tempo, periodo, spazio di tempo, tempo - demordere, desistere, lasciare, lasciare andare[Hyper.]

immatricolazione, intestazione, iscrizione, registrazione, voltura - étudiant (fr) - novizio, recluta - recruteur (fr) - muster (en) - arruolare, arruolarsi, assoldare, coscrivere, ingaggiare, mettere in azione, precettare, reclutare, scritturare - conscript (en) - reclutare - embaucher, recruter (fr) - induct, invest, seat (en) - inscrivere, iscrivere, iscriversi - arrolarsi, arruolare, arruolarsi - riforma, spurgo[Dérivé]

arruolare, reclutare[Nominalisation]

chiamare alle armi, mobilitare, precettare[CeQuiEst~]

forze armate, militare[Domaine]

volontaire (fr)[Ant.]

scritturare (v. tr.) [théâtre]




Wikipedia

Scrittura

                   
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine scrittura, vedi Scrittura (disambigua).
Se hai problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
  Tondo con affresco romano, del 50 circa, di donna con libro e stilo (cosiddetta "Saffo") proveniente da Pompei (Napoli, Museo archeologico nazionale)

La scrittura è la rappresentazione grafica della lingua per mezzo di lettere o altri segni (grafemi). I segni della scrittura (glifi) denotano sovente suoni o gruppi di suoni (fonemi). Dopo la tradizione orale, la scrittura è il primo modo di comunicazione tra i popoli e il primo mezzo usato per la conservazione e la trasmissione di dati.

In un senso più ampio, si definisce "scrittura" ogni mezzo che permette una più facile e più veloce trasmissione di informazioni, come, per esempio, la "scrittura" della musica, dell'algebra, ecc.

Indice

  Cenni storici

  Linguaggio e cultura

La ricerca sullo sviluppo umano si interroga da tempo su un'apparente dissociazione tra evoluzione culturale ed evoluzione anatomica. Già 100.000 anni fa il corpo umano può dirsi "moderno", in particolare rispetto alla misura della scatola cranica. Eppure, per migliaia di anni l'industria e la cultura umana appaiono immutate, sterile reiterazione di modelli del passato. All'incirca 40.000 anni fa, invece, si sviluppa in Europa un radicale mutamento culturale: le tecnologie si differenziano a livello regionale e sembrano in preda ad una febbre di sperimentazioni. Il dibattito tra gli storici ha visto avanzare l'ipotesi che questo rinnovato panorama possa essere associato alla "nascita di capacità linguistiche di complessità pari a quelle del momento presente".[1]

  Percorsi storici tradizionali e nuovi panorami

Tradizionalmente, l'inizio della registrazione in forma scritta dei linguaggi verbali è stata collocata dagli storici intorno al 3200 a.C. nella Bassa Mesopotamia, dove sarebbe sorta per ragioni di amministrazione, contabilità e commercio. Oggi questo fatto è pensato come il frutto di un processo meno puntuale, meno "fatale". Si sa ormai con certezza che già nel Paleolitico esistevano diversi sistemi per dare consistenza e far perdurare le conoscenze. Si tratta di "scrittura per immagini, senza parole"[2]. La stessa scrittura cuneiforme ha un fortissimo collegamento con le prime registrazioni su sigilli e cretule. Tali sistemi di registrazione rappresentano "il coronamento del processo di specializzazione lavorativa e di spersonalizzazione dei rapporti lavorativi e redistributivi"[3], processo preceduto e provocato dal forte incremento dell'agricoltura, dalla rivoluzione urbana e dal coagularsi di un coordinamento statale per la messa in opera delle canalizzazioni che, con l'impiego di un enorme numero di giornate lavorative, permisero di sfruttare sempre più efficacemente i terreni dell'alluvio mesopotamico.

Non solo si è cercato di rintracciare nel contesto del Vicino Oriente antico le premesse forti della scrittura cuneiforme, ma si è anche indagato su altri centri dove la scrittura si sia potuta sviluppare indipendentemente. Particolarmente fruttuose sono state le intuizioni di Marija Gimbutas e le sue indagini sui sistemi di registrazione su terrecotte in uso nei Balcani già tra il 6000 e il 5000 a.C. (cultura di Vinča), dove però, a differenza che nel Vicino Oriente, la scrittura si sarebbe sviluppata a scopi cultuali, in particolare per i riti legati alla Dea Madre. Tali scritture, precedenti il primo apparire delle cosiddette popolazioni indoeuropee, sono datate tra il 5400 e il 4000 a.C. Sono state avanzate ipotesi secondo cui le forme di registrazione di Vinča avrebbero influenzato la scrittura cuneiforme, mentre più probabile sembra un'influenza diretta sul Lineare A cretese (II millennio a.C.) e la scrittura sillabica di Cipro.[4][5]

  Impatto sulla società

La scrittura sembra dunque aver avuto diverse origini, tanto in senso geografico quanto in senso funzionale. Il significato antropologico di questa fondamentale "invenzione" è quantomeno ambivalente: da un lato essa rappresenta la radice dei concetti moderni di "universalità", "razionalità" e "scienza" in quanto rende possibile un confronto (articolato come mai prima) tra conoscenze di diversa natura e origine. Dall'altro contiene "elementi angusti di specializzazione e di separazione funzionale"[4], in quanto (così certamente almeno nel Vicino Oriente antico) essa prende piede come strumento di affermazione e realizzazione dei progetti di una specifica classe umana, espressione del polo palatino-templare, che si compone di un clero specializzato (mentre prima il culto era domestico e gestito in casa) e di un potere regale, impegnato a gestire lo sforzo della ridefinizione infrastrutturale della piana alluvionale mesopotamica nel segno di una sempre più forte diseguaglianza sociale. La scrittura, nei tempi della sua piena affermazione, si manifesta dunque come tecnica specializzata di altissimo prestigio, al pari (e anche più) di altre forme di specializzazione (l'artigianato) e in contrapposizione con quel sapere diffuso e senza potere contrattuale che è quello dei coltivatori diretti[6].

  Sistemi logografici, sillabici e alfabetici

Un'altra linea di sviluppo tradizionalmente articolata dagli storici è quella che ordina in serie cronologica i sistemi logografici (ad un segno corrisponde una parola), quelli sillabici (ad un segno corrisponde una sillaba) e quelli alfabetici (ad un segno corrisponde un suono).[7] Questa linea evolutiva va considerata con qualche distinguo: molti segni del sistema logografico egizio dei geroglifici possedevano valenza fonetica[7]; a tutt'oggi, forme di registrazione logografica (come il sistema numerico) non hanno certo perso importanza, mentre cinesi e giapponesi moderni resistono con forza ad adottare sistemi alfabetici, il che, piuttosto che far pensare al timore di rompere con una antichissima tradizione, rinvia ad "una costante per tutte le civiltà dotate di scrittura, e cioè la forte interdipendenza fra scrittura, immaginario e forme della vita materiale"[7].

L'invenzione dell'alfabeto, in questa lettura, non risulta più una conseguenza scontata a partire dalle premesse logografiche e sillabiche, ma un'"emergenza, imprevedibile e feconda", non a caso portata avanti da due popoli, Fenici e Greci, concentrati sul protagonismo commerciale, sulla non territorialità, sul "ruolo di interfaccia fra l'Oriente asiatico e l'Occidente mediterraneo".[8]

  Primati

Come accennato, la ricostruzione tradizionale dell'origine della scrittura individuava la Mesopotamia come fulcro iniziale[9]: l'invenzione della scrittura in quei luoghi, a partire dai sistemi di identificazione (prima il sigillo "come strumento di convalida e garanzia", poi la cretula, un blocco di argilla la cui rottura evidenziava l'effrazione della serratura di un magazzino o l'apertura di un vaso[3]) avrebbe poi sollecitato un simile sviluppo nell'antico Egitto e, 1500 anni dopo, in modi meno definiti, in Cina[9], dove la scrittura era utilizzata come strumento divinatorio[5]. Tale impianto interpretativo, maggioritario negli anni sessanta e di cui è responsabile soprattutto Ignace Jay Gelb (che non considerava i geroglifici maya come una scrittura vera e propria), è stato per lo più abbandonato:

  • i geroglifici maya sono ormai unanimemente considerati una scrittura a tutti gli effetti
  • conoscendo via via meglio la preistoria cinese si tende ad escludere un collegamento con il Vicino Oriente
  • in Egitto certi esempi di scrittura sembrano precedere quella mesopotamica[9]

È insomma possibile che "le scritture sumerica, egizia, cinese e maya siano state tutte create in risposta a esigenze locali e senza che ci sia stata un'influenza da parte di sistemi di scrittura stranieri"[10].

  Importanza della scrittura

« Senza la scrittura le parole non hanno presenza visiva, possono solo essere "recuperate", "ricordate". »

L'avvento della scrittura, secondo Jack Goody, ha permesso un "addomesticamento del pensiero" tale da consentire processi quali l'astrazione, la formalizzazione, la logica, l'analisi, la classificazione, la sintesi e l'ipotesi (e quindi la formazione di nuove teorie).

Rispetto a culture in cui l'oralità è più diffusa della scrittura, grazie a essa è quindi possibile l'innovazione, l'oggettività e il distacco.

La scrittura ha portato anche a una perdita dell'importanza della memoria, lo dimostra ad esempio il fatto che per i cittadini dei Paesi Occidentali è assai difficile ricordare i nomi degli avi, mentre nelle società a oralità diffusa questa è una forte necessità per dimostrare il possesso di una proprietà.

La lettura, rispetto alla trasmissione orale, è un processo soggettivo che prevede una metabolizzazione privata, riflessiva e libera delle conoscenze (libro come mediatore della conoscenza). Inoltre la scrittura può permettere di legare il pensiero concreto (legato all'esperienza), al pensiero astratto.

Si ritiene che l'avvento della scrittura abbia condotto l'umanità non solo alla letteratura, alla poesia, al progresso ma anche a sentimenti come l'individualismo e il nazionalismo. Una figura come l'artista individuale, il poeta, è impensabile in una società a oralità diffusa; mentre in una società in cui è presente la scrittura il plagio diviene un reato e ciò che si scrive può portare alla censura e alla persecuzione.

Infine senza la scrittura le grandi religioni non avrebbero avuto modo di esistere perché sarebbe stata impossibile la presenza degli intoccabili testi sacri.

  Sistemi di scrittura

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Sistema di scrittura.
  Alcuni sistemi di scrittura

La scrittura avviene tramite l'uso di un codice, un sistema di scrittura, che consiste di grafemi (segni grafici che rappresentano delle unità linguistiche) e regole per combinarli. Tra le classificazioni dei sistemi di scrittura più largamente condivise c'è quella basata sull'unità linguistica che viene rappresentata dai grafemi del sistema; si possono quindi individuare in linea di massima cinque tipi di sistema:

  Scritture non lineari

Per definizione, sono non lineari le scritture per la cui annotazione non vengono usate delle linee scritte, ma oggi si tende a contestare questo concetto. Sono infatti inclusi in questo gruppo anche vari codici e crittografie, dove solitamente i segni sono comunque normali lettere o numeri, ma con senso alterato.

Anche la scrittura Braille per non vedenti potrebbe venir inclusa tra i normali alfabeti, in quanto a ogni suono corrisponde un apposito segno. Viene invece inclusa nelle scritture non lineari solo in quanto il sostrato (la carta) non viene “scritto” ma “perforato”, per cui delle “linee” non sono possibili.

Analogamente nella scrittura Morse che pure potrebbe rientrare nelle scritture alfabetiche, manca l’azione dello “scrivere” in quanto i segni vengono originati da una “pressione” sul tasto apposito.

Rientra nella categoria anche la comunicazione a mezzo di bandiere usata perlopiù in marineria, la più moderna tra le scritture ideografiche. Ma anche in questo caso viene a mancare l’accezione di “scrivere”.

Quella che più si avvicina alla definizione è la scrittura della musica. I segni delle note non si possono definire un alfabeto o dei logografi, ma costituiscono un validissimo mezzo di scrittura. Solo che sono usabili unicamente in musica, non servono cioè per annotare delle parole.

In tutti questi casi si tratta dunque solo di supporti per l’annotazione di certe informazioni, e non di espressioni grafiche del linguaggio. Nell’accezione di scrittura quale mezzo di registrazione storica, cioè per la conservazione di dati, questi sistemi non sono neanche accettabili tra le “scritture”.

  Tecniche moderne di annotazione

Come detto sopra, l’uso della scrittura fu il primo modo di comunicazione e, più tardi, il mezzo principale per la registrazione e la conservazione di dati. Oggi sono a disposizione altre possibilità sia di comunicazione sia di testimonianza storica: stenografia, dattilografia, registrazione su nastro magnetico o su supporto digitale certamente non costituiscono una vera e propria scrittura, ma la sostituiscono egregiamente.

Sebbene probabilmente anche i libri verranno sostituiti da archivi elettronici, presumibilmente conterranno delle parti di testo. La notazione elettronica del testo si basa su una codifica dei caratteri, dove ogni carattere o segno di interpunzione viene rappresentato da un codice numerico univoco.

Le codifiche storicamente più usate sono ASCII e EBCDIC, che sono però limitate nel numero dei caratteri rappresentabili. Per questo motivo è stata sviluppata la codifica Unicode, oggi usata dalla maggior parte dei sistemi informativi, in grado di rappresentare decine di migliaia di caratteri differenti, potenzialmente tutti quelli esistenti in tutti gli alfabeti vivi o morti che siano.

  Filografia

La filografia (termine composto da philos e graphia: Propr. "amore per la scrittura") è lo studio e collezionismo di tutte le tracce relative alla scrittura, dai caratteri sumeri alle lettere inviate nello spazio, dalle pergamene medievali alla dematerializzazione della parola scritta nei messaggi di posta elettronica e nel linguaggio degli SMS.

  Note

  1. ^ Origini della scrittura, 2002, cit., p. VII.
  2. ^ Origini della scrittura, 2002, cit., p. VIII.
  3. ^ a b Liverani, op. cit., 2009, p. 128.
  4. ^ a b Origini della scrittura, 2002, cit., p. IX.
  5. ^ a b Harald Haarmann, «Modelli di civiltà a confronto nel mondo antico: la diversità funzionale degli antichi sistemi di scrittura», , in Origini della scrittura, 2002, cit., p. 28-55.
  6. ^ Liverani, op. cit., 2009, p. 110.
  7. ^ a b c Origini della scrittura, 2002, cit., p. X.
  8. ^ Origini della scrittura, 2002, cit., p. XI.
  9. ^ a b c Jerrold S. Cooper, «Scrivere in cuneiforme: l'origine burocratica della scrittura in Babilonia», in Origini della scrittura, 2002, cit., p. 69.
  10. ^ Jerrold S. Cooper, «Scrivere in cuneiforme: l'origine burocratica della scrittura in Babilonia», in Origini della scrittura, 2002, cit., p. 70.

  Bibliografia

  Voci correlate

  Altri progetti

  Collegamenti esterni

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica

   
               

 

Toutes les traductions de Scrittura


Contenu de sensagent

  • définitions
  • synonymes
  • antonymes
  • encyclopédie

  • definizione
  • sinonimo

Dictionnaire et traducteur pour mobile

⇨ Nouveau : sensagent est maintenant disponible sur votre mobile

   Publicité ▼

sensagent's office

Raccourcis et gadgets. Gratuit.

* Raccourci Windows : sensagent.

* Widget Vista : sensagent.

dictionnaire et traducteur pour sites web

Alexandria

Une fenêtre (pop-into) d'information (contenu principal de Sensagent) est invoquée un double-clic sur n'importe quel mot de votre page web. LA fenêtre fournit des explications et des traductions contextuelles, c'est-à-dire sans obliger votre visiteur à quitter votre page web !

Essayer ici, télécharger le code;

SensagentBox

Avec la boîte de recherches Sensagent, les visiteurs de votre site peuvent également accéder à une information de référence pertinente parmi plus de 5 millions de pages web indexées sur Sensagent.com. Vous pouvez Choisir la taille qui convient le mieux à votre site et adapter la charte graphique.

Solution commerce électronique

Augmenter le contenu de votre site

Ajouter de nouveaux contenus Add à votre site depuis Sensagent par XML.

Parcourir les produits et les annonces

Obtenir des informations en XML pour filtrer le meilleur contenu.

Indexer des images et définir des méta-données

Fixer la signification de chaque méta-donnée (multilingue).


Renseignements suite à un email de description de votre projet.

Jeux de lettres

Les jeux de lettre français sont :
○   Anagrammes
○   jokers, mots-croisés
○   Lettris
○   Boggle.

Lettris

Lettris est un jeu de lettres gravitationnelles proche de Tetris. Chaque lettre qui apparaît descend ; il faut placer les lettres de telle manière que des mots se forment (gauche, droit, haut et bas) et que de la place soit libérée.

boggle

Il s'agit en 3 minutes de trouver le plus grand nombre de mots possibles de trois lettres et plus dans une grille de 16 lettres. Il est aussi possible de jouer avec la grille de 25 cases. Les lettres doivent être adjacentes et les mots les plus longs sont les meilleurs. Participer au concours et enregistrer votre nom dans la liste de meilleurs joueurs ! Jouer

Dictionnaire de la langue française
Principales Références

La plupart des définitions du français sont proposées par SenseGates et comportent un approfondissement avec Littré et plusieurs auteurs techniques spécialisés.
Le dictionnaire des synonymes est surtout dérivé du dictionnaire intégral (TID).
L'encyclopédie française bénéficie de la licence Wikipedia (GNU).

Copyright

Les jeux de lettres anagramme, mot-croisé, joker, Lettris et Boggle sont proposés par Memodata.
Le service web Alexandria est motorisé par Memodata pour faciliter les recherches sur Ebay.
La SensagentBox est offerte par sensAgent.

Traduction

Changer la langue cible pour obtenir des traductions.
Astuce: parcourir les champs sémantiques du dictionnaire analogique en plusieurs langues pour mieux apprendre avec sensagent.

Dernières recherches dans le dictionnaire :

3575 visiteurs en ligne

calculé en 0,234s

   Publicité ▼

Mon compte

connexion

inscription

   Publicité ▼